Home Salute e Benessere Perché fa bene consumare olio extravergine d’oliva?

Perché fa bene consumare olio extravergine d’oliva?

by Nicole

L’olio d’oliva è uno di quelle cose che non manca mai nelle case di noi italiani! Lo usiamo praticamente ovunque! Per condire insalate, ma anche per la preparazione di sughi, carni, verdure e spesso anche per i dolci! Ma è vero che consumare olio d’oliva extravergine fa bene alla salute?

Ho fatto qualche domanda alla bravissima nutrizionista  la  dott.ssa Cristina Spadafora, biologa della salute e nutrizionista. Potete approfondire su di lei e i suoi piani alimentari personalizzati sul suo sito: www.biologadellasalute.it inoltre sulla sua Pagina Facebook troverete informazioni interessanti e aggiornate in ambito di nutrizione, ma ti parleró di lei alla fine di questo articolo!

È vero che l’olio di oliva è un ottimo alimento per i bambini?

Soprattutto nell’infanzia i lipidi rientrano tra i macronutrienti più importanti (molto più importanti delle proteine ad esempio, che rispetto ai grassi destano sempre tanta e infondata preoccupazione nelle mamme)poiché è proprio a partire dai grassi che si sviluppa il Sistema Nervoso;

Chiaramente l’elemento imprescindibile è che i grassi siano di buona qualità, e l’olio extra vergine di oliva ( olio EVO) che di qualità ne ha davvero tante, spicca senza dubbio come candidato ideale.

Biscotto nel latte ai neonati – Perché non metterlo

L’olio EVO viene ricavato dalla spremitura a freddo delle olive mediante processi meccanici (e NON chimici, come avviene invece per gli altri tipi di oli), quindi non è altro che una “spremuta di olive”.

Qualità dell’olio EVO

  • Protegge le mucose dell’intestino e riduce l’acidità gastrica: è infatti il grasso che viene meglio tollerato dall’apparato digerente dei bambini (che è ancora poco sviluppato quando si inizia lo svezzamento).
  • Regola le funzioni intestinali, quindi è utile per prevenire, contrastare e, in alcuni casi, risolvere la stipsi, che capita sovente al cambio dello schema alimentare.
  • Favorisce l’accrescimento corporeo e, come già detto, lo sviluppo del Sistema Nervoso; inoltre, migliora le funzionalità del cervello e favorisce un corretto sviluppo delle azioni neuro-psico-motorie.
  • E’ ricco di molecole antinfiammatorie e antiossidanti, che sono in grado di prevenire l’insorgenza di malattie “moderne” quali cancro, sindrome metabolica, diabete, infarto e patologie degenerative, come l’Alzheimer.
  • Risulta protettivo per i problemi cardiovascolari poiché ripristina i livelli ematici di colesterolo a discapito dell’LDL (il cosiddetto “cattivo”); infine, è in grado di migliorare le funzioni dell’endotelio, che è il rivestimento dei vasi sanguigni.

Amoretti Di Lorenzo – Olio di oliva per la tua tavola e non solo!

È vero che le quantità vanno ridotte per gli adulti?

Il consumo di olio EVO rappresenta un ottima fonte di preziosi elementi utili al benessere del nostro organismo, ma è comunque un alimento dall’altissimo valore energetico, quindi sia nei bambini che negli adulti, è buona norma non esagerare con le quantità.

Personalmente non ne demonizzo il consumo e anche nei piani dietetici, non scendo mai al di sotto dei 4 cucchiaini a pasto (circa 20 g); in tutti gli altri casi consiglio di assumerne fino a 3 cucchiai al giorno.

In che modo è salutare consumare olio di oliva extravergine?

Un regolare consumo permette all’organismo di assorbire meglio le molecole liposolubili, come le vitamine A, E, D e K e il miglior modo per utilizzarlo è assolutamente a crudo, soprattutto fino ai 2 anni; Tuttavia, è bene specificare che non è dannoso utilizzarlo anche in cottura, soprattutto quando si preparano alimenti ricchi in molecole antiossidanti che meglio si assimilano se veicolate dai grassi, e ne è un esempio il licopene contenuto nel pomodoro.

In definitiva, l’olio EVO è un alimento straordinario, ma per far davvero bene deve essere di buona qualità: preferite dunque olio extravergine di oliva spremuto a freddo, se possibile prediligetelo Bio e diffidate degli oli low cost.

Infine, ma non meno importante, sceglietene uno dal gusto non troppo forte (deve esaltare i sapori, non coprirli) e che sia sopratutto di gradimento per i vostri cuccioli.

Buona ricerca.

0 commenti
2

Potrebbe anche piacerti

Condividi