Home Cosmetici & Skincare Come recuperare il riccio? – Come curare i capelli ricci

Come recuperare il riccio? – Come curare i capelli ricci

by Nicole

Se leggi questo post probabilmente ti sei chiesta come puoi recuperare il riccio ormai perso dei tuoi capelli! In effetti, esistono dei trucchetti che ti possono aiutare a curare i tuoi capelli ricci, ed in questo articolo te ne racconto qualcuno!

Ho sempre odiato i miei capelli ricci. Da piccola li avevo ultra boccolosi e poi, nell’adolescenza, sono diventati più ondulati e il riccio si è “afflosciato”.

Non li ho mai amati, sopratutto da piccola! Ricordo il terrore di dovermeli lavare e mia mamma che con la delicatezza di un pachiderma mi pettinava i capelli!

Ve lo descrivo in una parola: dolore.

Come curare i capelli ricci dei bambini e adulti? Ricci senza capricci!

Così, ho passato gran parte della mia vita odiando i miei capelli e sognando lunghi capelli liscio spaghetto. Il destino ha voluto che non solo li avessi ricci, ma ne avessi anche una quantità esagerata! Infatti non sono mai riusicta a lisciarli con la piastra da sola! Perdevo l’uso del braccio prima di arrivare a metà testa 😂.

Il 2016 è stato un anno di “distruzione totale” per i miei capelli! Decolorazioni, colori pazzi, e allattamento (vogliamo parlare della quantità abissale di capelli che perdiamo in allattamento? 😂 dicono sia soggettivo e che non dipenda da quello… Mah!).

Ho iniziato il 2017 facendo la ca***a più colossale del pianeta, ovvero decisi di farmi una frangia, tanto l’avrei potuta stirare con la piastra!

Due settimane dopo grazie ai gruppi Facebook “Passione Hennè” e “Ogni Riccio un BIO Capriccio” ho scoperto le erbe ayurvediche, l’henne e mi sono convertita al bio e posso affermare che i miei capelli sono rinati! Non mi credi?

Gennaio 2017 ➡ Aprile 2017

Tipi di riccio – qual’è il tuo?

Non tutti i ricci sono uguali! Sapevi che ci sono diverse categorie di riccio?

Tipi di riccio by AllThingsHair

Uno degli errori più comuni di noi ricce è “non amare i nostri ricci”. È sempre così, chi è liscia si fa la permanente e chi è riccia usa la piastra. Ma con i ricci spesso il problema è che se non si sa prendersi cura di loro ci si ritrova con un nido crespo in testa al posto dei capelli! Un capello riccio trascurato sarà un capello poco definito, crespo, spento e pieno di frizz.

Tinta in gravidanza ? Meglio Hennè e tinte vegetali!

Parola d’ordine? Idratazione!

Una delle cose fondamentali per avere dei capelli ricci invidiabili è l’idratazione! Il capello riccio infatti ha bisogno di tantissima idratazione per mantenere la sua forma. Più idratato è, più bello e definito sarà!

Ci sono molteplici maschere e impacchi che si possono applicare per idratare i capelli, una delle mie favorite è l’impacco di GAM (amido di mais o Maizena).

Ecco qualche consiglio!

In questo articolo mirato alla cura dei ricci per i bambini ci sono realmente tutti gli accorgimenti che qualsiasi ricciola dovrebbe seguire, a prescindere dalla sua etá! Ti consiglio dunque di dare un’occhiata!

  • Usare prodotti con buon INCI. 
  • Pettinare i capelli con le dita oppure con un pettine o spazzola (consiglio la Tangle Teezer) rigorosamente da capelli bagnati. 
  • Pettinarli quando il balsamo é ancora sul capello! Sarà molto piú facile districare i nodi.
  • Risciacquo acido. Dopo aver lavato e pettinato i capelli, in una bottiglia da 1 litro vuota metti circa un cucchiaino di aceto di mele/vino oppure qualche goccia di limone e riempila con dell’acqua fresca. Risciacqua i capelli con quest’acqua. Non preoccuparti, l’odore di aceto sparirà non appena i capelli saranno asciutti!
  • Tampona i capelli con un’ asciugamano in microfibra o una maglietta di cotone. NON usare mai un asciugamano normale! Perché? Semplice! L’asciugamano normale assorbe troppa acqua, e i capelli ricci per essere belli idratanti hanno bisogno che l’acqua si asciughi lentamente.
  • Usa un prodotto per il leave in con buon INCI come crema per lo styling!

La mia esperienza da I Love Riccio il parrucchiere per le ricce!

 

0 commenti
4

Potrebbe anche piacerti

Condividi