Home Salute e Benessere Aiuto, mio figlio colora solo di nero!

Aiuto, mio figlio colora solo di nero!

by Alessandra Sodi
mio figlio colora solo con il nero

Alzi la mano chi di noi si è preoccupata di fronte ad un disegno totalmente colorato di nero dei nostri figli!

Istintivamente tutti noi associamo certi colori a determinati stati d’animo, prediligiamo alcune tonalità perché magari ci trasmettono serenità o abbiamo la tentazione di indossare colori chiari appena spunta il primo sole di primavera.

I colori, o l’assenza di colore, permeano tutta la nostra vita e hanno un determinato significato culturale, che varia da un luogo all’altro, da un’epoca all’altra.

Il valore simbolico dei colori però resta tale attraverso il tempo e lo spazio, significati universali che possono assumere connotazioni differenti in base alle esperienze soggettive individuali.

La scoperta del colore nei bambini 0-36 mesi

Se mio figlio colora tutto di blu non vuol dire che sia triste o malinconico, più semplicemente, e soprattutto nella fascia d’età fino ai 36 mesi, sta sperimentando il colore nella maniera più pura, senza quelle sovrastrutture mentali ed emotive che arriveranno poi, col tempo, con la consapevolezza, col significato che noi stessi racconteremo di quel determinato colore.

E così il rosso sarà la rabbia, il giallo la felicità, il blu la tristezza, e i colori entreranno in gioco per aiutare la decodifica delle emozioni, come supporto visivo e linguistico immediato per i bambini che si trovano a fare i conti con quel mare in tempesta che hanno dentro e che devono imparare a gestire, il loro essere, il loro sentire, il loro carattere.

Prima di arrivare ad utilizzare i colori in modo direi sociale, lasciamo che i nostri figli sperimentino e giochino coi colori in tutte le forme e supporti, che ne ne facciano una esperienza sensoriale, fatta di intesità e vibrazioni, di emozioni tangibili che passano attraverso occhi e mani, non aspettiamoci di scoprire chissà quali segreti della loro personalità attraverso un disegno!

Se li osserviamo bene sicuramente potremmo avvicinarci di più al loro piccolo mondo interiore, non tanto per i colori che prediligono quanto per il modo di utilizzarli: se un bambino ha a disposizione solo il blu e il giallo, la scelta sarà semplicemente dettata dal colore che più o meno gli piace, non da gioia o tristezza.

Se vogliamo giocare coi colori, allora fermiamoci ad osservare il tratto, la pennellata decisa e metodica, che presuppone una conoscenza puntuale dello spazio di un bambino che probabilmente ha già una buona padronanza del mondo esterno, piuttosto che la mescolanza di toni imprecisi che può rappresentare un primo sperimentale approccio a qualcosa di così affascinante come la pittura.

Lasciamoli giocare! Che si sporchino le mani, che dipingano coi piedi, che usino dita o pennelli, che scelgano il bianco o il nero, lasciamoli fare!!

Se costringiamo un bambino a un’esistenza in bianco e nero crescerà con un’incessante bisogno di colore. Se regaliamo a un bambino una vita colorata potrà scegliere liberamente quali colori preferire!

Ho chiesto a Tiziana Capocaccia, psicologa e autrice di fiabe, di scrivere per noi un breve prontuario dei colori, giusto per giocare un po’ con l’interpretazione dei significati; se volete approfondire questo tema qui trovate il link ad un suo articolo molto interessante!

Sue sono le citazioni che trovate in questo articolo, scritto praticamente a quattro mani, virtuali, via whatsapp!

Il significato dei colori

Significato del colore nero

NERO é il colore del buio, di ciò che è nascosto. Nell’immaginario infantile è nero quel che è cattivo, le streghe, gli orchi, i demoni. Spesso però è un colore molto amato, poiché collegato ad un supereroe, alla sua forza, al mistero.

Significato del colore rosso

ROSSO è il colore della vita, ma spesso è associato al diavolo. Ha in se’ una doppia valenza e vitalità, ma anche un possibile eccesso di eccitazione che lo fa vivere come aggressivo.

Significato del colore blu

BLU è all’opposto del rosso, ha un effetto fisiologico calmante, richiama la quiete e l’appagamento. Invita all’introspezione, a stare con se stessi e per questo motivo può rappresentare anche la solitudine e la tristezza.

Significato del colore giallo

GIALLO è il colore della luce, un colore radioso, gioioso, spesso usato per rappresentare la creatività. Se troppo stimolante però può diventare simbolo di inquietudine.

Significato del colore arancione

ARANCIONE vivace, sereno, orientato al positivo, è un colore che comprende l’energia del giallo e il calore del rosso, esprime dinamicità e giocosità.

Significato del colore verde

VERDE è il colore della stabilità e della neutralità, dell’equilibrio e del riequilibro. Legato alla primavera in senso più ampio di colore di rinascita e speranza di rinnovamento. Ha in se una tensione che ha due polarità: al positivo è stabilità e fermezza, al negativo è rigidità.

Significato del colore viola

VIOLA è un colore che opera una sintesi tra opposti, l’energia del rosso e la pace del blu. É il colore della spiritualità, della magia mentre al negativo è associato alla morte, al dolore, alla penitenza.

Significato del colore marrone

MARRONE è un colore concreto, fisico, legato alla materia, è il colore del legno e della terra, evoca il mondo animale, la pelliccia, il calore che da questa proviene. Una simbologia regressiva e avvolgente, di accoglienza.

Significato del colore grigio

GRIGIO è la colorazione di ciò che è indifferenziato e indistinto, è il colore della nebbia. In versione chiara, quando prevale il bianco, ha una simbologia legata al divino; quando prevale il nero è il colore del metallo e appare più statico e freddo. É un po’ il colore della città, dell’assenza di elementi naturali, di ciò che viene creato artificialmente, che esprime simbolicamente distacco e freddezza.

Significato del colore bianco

BIANCO è il colore della purezza per eccellenza, del bene, richiama il divino, è carico di valenze benefiche. Simboleggia totalità e potenza. É il colore del bene e dei buoni nelle fiabe.

Chiudiamo con un e vissero tutti felici e colorati!

E se volete fare due chiacchiere con la dottoressa Tiziana Capocaccia, potete scriverle seguendo questo link e prendere un appuntamento anche per una consulenza psicologica on-line!

0 commenti
1

Potrebbe anche piacerti

Condividi