Riciclare i calzini spaiati.. e far divertire i bambini!

by Alessandra Sodi
Pubblicato: Ultimo aggiornamento

Ormai ho perso il conto di quanti calzini spaiati ho in giro per i cassetti! Ai miei si sono aggiunti quelli di mio figlio che diventano improvvisamente troppo piccoli perché il suo piede cresce a vista d’occhio.. e allora ho deciso di racimolarli tutti, vecchi, nuovi, bucati, spaiati, scoloriti e realizzare una cosa molto molto carina che avevo visto tempo fa su un sito. Il DIY di oggi è un’attività molto carina da fare coi bambini più grandi perché si usano materiali che i piccoli potrebbero ingoiare, ma quello che realizzeremo è ideale proprio per i piccoli poiché coinvolge abilità tattili e sensoriali.

Sai che il Metodo Montessori parla di periodi sensitivi? In questo interessante articolo ti spieghiamo cosa sono!

Occorrente per realizzare gli omini di neve

  • elementi naturali come noccioli di ciliegio, vinaccioli, pula di farro
  • calzini bianchi da adulti e calzini colorati vari
  • forbici, colla, penna per i tessuti, spago o cotone bianco, qualche pezzetto di lana e pannolenci

Tagliate un calzino bianco più o meno all’altezza del tallone: una parte vi servirà per realizzare il berretto dell’omino di neve, l’altra sarà il corpo. Riempite il calzino con noccioli o vinaccioli, fate quattro incisioni sulla parte superiore che vi aiuteranno ad annodare meglio il calzino. Potete anche semplicemente sigillare con uno spago. Create il corpo e la testa dell’omino legando in modo abbastanza stretto uno spago a circa un terzo dell’altezza. Con una penna apposita disegnate la faccina dell’omino (se fate fare questo lavoretto ai bambini saranno loro stessi a divertirsi a disegnare facce ed espressioni buffe!) o, in alternativa, potete usare dei ritagli di pannolenci per fare occhi, naso, bocca.

Usate la parte che avanza, non riempita, del calzino per realizzare un berretto, semplicemente facendo un nodino da una parte; potete poi usare altri vecchi calzini colorati per fare cappottini, cappelli, o sciarpette con fili di lana o pannolenci: lasciate lavorare i bambini.. ne hanno di fantasia per creare outfit perfetti!!

Se vuoi sapere a cosa servono i noccioli di ciliegia e gli altri elementi utilizzati per questo tutorial leggi qui!

Perchè usare noccioli di ciliegia?

Ovviamente non tutti in casa hanno i noccioli di ciliegia o la pula di farro! Io li ho utilizzati per realizzare diversi pupazzetti sensoriali, come vi ho già raccontato nel mio articolo sul Libro di Arianna: i vari semi hanno consistenze diverse e favoriscono i movimenti delle manine dei piccoli, stimolano la loro curiosità, e sono un divertente gioco per imparare a riconoscere le diverse sensazioni legate al caldo e al freddo.

Vuoi realizzare anche un cuscino termico sensoriale? Ti spiego come in questo tutorial!

Gli omini di neve fatti coi noccioli possono essere riscaldati lasciandoli su un termosifone: per la loro particolarità questi semi rilasciano gradualmente il calore, e sono utili anche come scaldamani in inverno! In alternativa potete usare del sale grosso, del farro o del riso, i bambini si divertiranno molto con questi pupazzetti buffi e morbidosi!

Potrebbe anche piacerti