Home Vacanze e gite in famiglia Viaggiare con i bambini, un dono speciale da non sottovalutare

Viaggiare con i bambini, un dono speciale da non sottovalutare

by Diventare Mamma

Viaggiare con i bambini è il dono più prezioso che potresti fare loro. Lo sapevi?

Quante volte, invece, capita di sentire coppie lamentarsi per aver interrotto i viaggi, in particolare viaggi oltreoceano, dopo la nascita del piccolo di casa? Certo, la decisione di evitare i viaggi non si prende mai a cuor leggero. Viaggiare è un valore aggiunto che si dà alla propria vita.

E viaggiare con i bambini richiede sicuramente alcune attenzioni in più. Richiede di fare delle scelte, una pianificazione più ponderata rispetto a un tempo, quando si era in due e non si avevano orari né impegni. È necessario, con uno o più bambini, rispettare tempi diversi e più lenti, avere un’attenzione particolare ai pasti e ai segnali di stanchezza, ma… con un po’ di buona volontà, un viaggio è il dono migliore che potresti fare al tuo bambino.

Viaggiare con i bambini: perché è importante per loro

Noi di Diventaremamma ne abbiamo parlato più volte, anche perché riteniamo sia molto importante viaggiare con le nostre bambine, ma spesso, intorno a noi, sentiamo pareri discordanti. Chi dice che non vuole prendere l’aereo con i bambini fino a una determinata età, chi dice che spostarsi con tutto l’occorrente è troppo complicato; chi, ancora, teme i cambi di orari, i capricci, la lontananza dai giochi, dai nonni, ecc ecc

A volte ci si trincera all’interno della propria comfort zone e si creano situazioni di routine che, a lungo andare, suonano rassicuranti. Ma è proprio questo che richiede il viaggio: uscire dalla propria zona di sicurezza e affrontare luoghi nuovi, culture nuove, lingue nuove… E tornare a casa arricchiti.

Questo succede anche ai bambini! Viaggiare, infatti, muoversi da casa, abbandonare le abitudini e tuffarsi in mondi nuovi stimola il loro sviluppo cognitivo e relazionale. All’improvviso si apre per loro una finestra su un paesaggio nuovo e si rendono conto, con stupore e sorpresa, che non esiste solo il loro mondo e il loro modo di vivere, ma c’è molto, molto altro.

Il cambiamento è un motore potente per la crescita del tuo bambino. Trovarsi in un luogo nuovo, esplorarlo e vedere facce nuove stimola la sua curiosità, la sua capacità di adattamento, la sua resilienza.

Esplorare luoghi nuovi al posto di nuovi giocattoli

A volte pensiamo di poter soddisfare i bisogni dei nostri bambini riempiendoli di giocattoli, per tenerli impegnati, per stimolarli o non farli annoiare. Lo facciamo in buona fede, certo, ma l’accumulo di oggetti è un’attività da limitare. I giocattoli sono oggetti per lo più inutili, che dopo poco tempo perdono ogni attrattiva.

Forse i viaggi costano un po’ di più, ma sono esperienze che stimolano di gran lunga più di qualsiasi giocattolo e i cui ricordi restano per sempre.

Meglio qualche giocattolo in meno e qualche viaggio in più! Pensiamoci per il prossimo Natale che si avvicina minaccioso.

Le strutture family friendly

All’estero la cultura del viaggio con bambini piccoli o molto piccoli è generalmente più diffusa, basta muoversi un poco al di fuori dei confini italiani per rendersene conto. Ma anche da noi le cose si stanno muovendo, i genitori delle nuove generazioni (noi!) cercano nuove opportunità e soprattutto partono con i loro bambini, vincendo la resistenza delle comodità e le difficoltà pratiche.

Oggi, poi, sono moltissime le strutture family friendly che ci vengono incontro, soprattutto nel nostro paese! Perché, allora, non approfittarne?

Queste attività sono capaci di accoglierci senza farci rimpiangere le comodità di casa, noi ne parliamo spesso proprio perché pensiamo sia importante diffondere la cultura del viaggio con i bambini come valore aggiunto, insieme a tutte le opportunità a portata di mano per farlo.

0 commenti
0

Potrebbe anche piacerti

Condividi