Home Educazione e Sviluppo DIFFERENZA TRA BABYSITTER, TATA ED EDUCATRICE

DIFFERENZA TRA BABYSITTER, TATA ED EDUCATRICE

by Diventare Mamma

Sei piena di impegni, hai bisogno di un momento di pausa o semplicemente di un aiuto esterno e hai deciso alla fine di chiamare una figura che accorre in tuo aiuto. 

Ma chi chiamare? Oggigiorno ci sono tre possibilità:

  • Babysitter
  • Tata
  • Educatore/Educatrice

Cerchi una babysitter, una tata o un’educatrice? Non tutti conoscono la differenza e confondersi è facile. 

Scoprite qual è il ruolo di ogni figura!

Ruolo della Babysitter

Spesso le babysitter sono studentesse, spesso universitarie, che cercano un lavoretto part-time per guadagnare dei soldi extra. 

Trattandosi spesso di ragazzi o ragazze giovani, riescono a legare più facilmente coi bambini. Da tenere però in considerazione che nella maggior parte dei casi queste figure non hanno frequentato un percorso di studi che attesta la loro competenza nel campo della formazione e dell’educazione dei bambini. Tuttavia, è possibile trovare una babysitter ugualmente competente. L’aspetto fondamentale è che possieda specifiche caratteristiche quali, ad esempio, dolcezza, gentilezza, empatia e pazienza.

Le babysitter hanno la possibilità di lavorare contemporaneamente per più famiglie perché spesso si richiede a queste un impegno orario settimanale di poche ore; è per tale ragione che si fissa una tariffa oraria sulla base delle ore svolte. 

Un ulteriore vantaggio della babysitter è che può essere disponibile nel momento in cui si presenta un imprevisto.

Ruolo della Tata

A differenza della babysitter, la tata è una figura che possiede maggiore esperienza e il suo ruolo, in alcuni casi, si avvicina a quello del genitore. 

La tata non solo bada ai vostri figli, ma si occupa di loro a 360°, dallo svolgere alcuni lavori domestici legati alla cura dei bambini all’aiuto nei compiti scolastici e alle attività di gioco. 

Per questa figura si tratta nella maggior parte dei casi di un lavoro vero e proprio. Una tata, solitamente, si dedica ad una sola famiglia e diventa membro della stessa, percependo uno stipendio mensile sulla base delle attività che vengono concordate in anticipo. 

Questo aspetto sicuramente aiuta sia la tata che i vostri figli perché, soprattutto questi ultimi, hanno la possibilità di costruire un solido rapporto con lei e per questa sarà più facile capire le loro abitudini.  

Ruolo della Educatrice

La figura dell’educatrice non si discosta molto da quella della tata. La differenza più grande tra le due è che l’educatrice possiede un titolo specilizzato che attesta la sua formazione nell’accudire ed educare i bambini. 

L’educatrice, nello specifico, si dedica non solo alla cura dei bambini, ma anche soprattutto alla loro educazione. Trattandosi di una figura con una formazione professionale specifica, la scelta può essere interessante per diverse famiglie. Tuttavia, è bene tenere presente che solo la formazione non è sufficiente, ma è necessaria anche l’esperienza sul campo. 

Quale figura scegliere alla fine?

La decisione finale dipende dalle specifiche esigenze personali di ogni famiglia; tuttavia spesso la scelta viene effettuata sulla base di alcuni fattori quali l’età dei vostri figli, il numero di bambini da accudire, l’ammontare di ore di cui avete bisogno e le competenze specifiche ricercate nella figura in questione.

E voi, di quale figura avete bisogno?  

0 commenti
3

Potrebbe anche piacerti

Condividi