Home Per noi Troppi giochi, cosa fare? – La rotazione dei giocattoli come soluzione

Troppi giochi, cosa fare? – La rotazione dei giocattoli come soluzione

by Nicole
la rotazione dei giocattoli troppi giochi

Hai mai sentito parlare della rotazione dei giocattoli? No? Beh, questo metodo cambierà il modo di giocare dei tuoi bimbi, aiutandoli non solo a concentrarsi di più, ma anche a “godersi” di più i propri giochi.

Ammettilo, anche se non compri mai giocattoli ai tuoi bambini, come per magia ti sarai ritrovata sommersa da macchinine, bambole, pupazzi, frutta finta e lego. Eppure giureresti che di giochi non ne comprate mai! Seppur questo sia vero, i giochi arrivano a casa vostra come per magia, quasi sempre grazie ad amici e parenti…

Ci sarà un momento in cui poco importerà se la tua casa é di 60mq o 600mq, esisterà un momento nel quale vedrai troppi giochi in giro. I tuoi bambini non sapranno nemmeno con cosa giocare e ogni volta ribalteranno tutto in giro per decidere cosa usare.

✨ A cura di Nicole Curioni

Learning Tower con sgabelli IKEA – DIY

Ti sei mai chiesta “perché mio figlio non si concentra con nessun gioco e si annoia così facilmente?”.

Generalmente quando un bambino non riesce a concentrarsi con un gioco, oppure ci sembra come se non gli piacesse nulla nello specifico e si annoia facilmente, tendenzialmente si tratta di bambini che hanno accumulato moltissimi giochi e in molti casi hanno anche un eccesso di stimoli (troppi giocattoli / troppo disordine / troppi colori).

Se vai nella cameretta dei tuoi figli, ti abbassi al loro livello e osservi bene l’ambiente, cosa noti? Ci sono moltissimi giochi che ti distraggono? Sono disordinati? Puoi raggiungerli facilmente o sono poco accessibili? Come ti senti in quello spazio? Le risposte a queste domande ti diranno se è il caso di intervenire!

Cosa fare dunque? Cosa possiamo fare noi genitori per aiutare il bambino? La rotazione dei giocattoli è la soluzione.

La rotazione dei giocattoli

Questa metodologia si basa sul metodo Montessori ed aiuta il bambino nella concentrazione, ma anche e sopratutto a “godersi” un gioco senza distrazioni.

Come classificare i giochi per un primo smistamento

  • INUTILIZZATI – i giochi che non si usano da tempo, o fuori dalla fascia di età del bambino (sempre che non li usi) bisogna toglierli. Mettili da parte per futuri fratelli o sorelle, regalali, vendili, fai quello che vuoi, ma falli sparire dal suo spazio gioco!
  • ROTTI  – quanti giochi sono rotti? Quanti non funzionano più? Inutile tenere giochi inutili e potenzialmente pericolosi!
  • QUELLI CHE ODIAMO – diciamolo.. ci sono giochi che sono stati regalati ai nostri figli che fanno davvero ca**re 💩! Ecco. Sentiti libera di farli sparire (sempre e quando il bambino non ci sia affezionato… in quel caso #sorry 😂 dovrai tenere duro!).

Una volta che saranno rimasti tutti i giochi funzionanti e in buono stato, dovrai selezionarne alcuni da tenere in bella vista, mentre gli altri verranno “messi da parte” per la famosa rotazione.

Dove organizzarli?

Prima ancora di pensare alla famosa rotazione dei giocattoli, avrai bisogno di scatole che potranno essere di cartone, vimini, legno o plastica, per poter ordinare i vari giochi. In sala abbiamo optato per un mobiletto IKEA TROFAST (simile a quello in foto qui sotto) con dei contenitori di plastica colorati, davvero comodo e pure economico.

Sistema di organizzazione TROFAST – Ikea

Dividi i giochi per categorie, come ad esempio giochi di costruzione / animali / mezzi di trasporto / memoria. Insomma, puoi gestire la suddivisione come meglio credi! Scegli una categorizzazione che possa aiutare i bambini ad avere tutti i giochi di un determinato tipo insieme.

Per ogni categoria, usa una scatola diversa. Il contenitore può variare nel colore e materiale. Puoi anche applicare un disegnino che descriva la categoria (ad esempio un’albero per giochi di legno o una macchinina per i mezzi di trasporto). Questo aiuterà il bimbo a capire subito quale scatola scegliere in base a cosa vuole giocare in quel momento. Inoltre, aiuterà a mantenere tutti i giochi in modo ordinato.

Un’altra soluzione fantastica puó essere la creazione di un mobiletto con ripiani in stile Montessori per avere i giochi in bella vista.

Nel mio caso, ho fatto fare da Sghiribiz (a fine articolo ti presenterò chi sono) questa casetta di legno massiccio, che ha una doppia funzione: mantenere i giochi in ordine e usarla come casetta per i pupazzi e quindi, avere una struttura per giocare e divertirsi! Come sapete ho una passione per i mobili in legno naturale, infatti in passato avevo fatto realizzare anche la libreria albero (la trovate qui).

ESEMPIO: Come vedete dalla foto noi abbiamo suddiviso così la nostra casetta per la rotazione dei giocattoli: Animali e insetti / Peluche / Valigetta portatutto (mix di cose all’interno) / Mezzi di trasporto.

Come si fa la rotazione dei giocattoli?

Se i tuoi bimbi sono abbastanza grandi da prendere delle decisioni (come appunto, quelle relative ai loro giochi) puoi riunirti con loro e scegliere quelli da tenere per il primo round della rotazione dei giocattoli. Una volta scelte le scatole e i relativi giochi da tenere, tutto ciò che dovrai fare sarà osservare. L’osservazione è la base fondamentale per essere un buon genitore, infatti è grazie all’osservazione che possiamo capire i nostri bambini.

Con quali giocattoli gioca di più? Ci sono giochi che quasi non ha usato? In base a queste conclusioni dopo 2/3 mesi o quando ritieni più opportuno (non esiste una tempistica precisa, ogni bambino e ogni famiglia è diversa!), potrai cambiare i giochi a disposizione dei bambini e osservare fino alla prossima rotazione!

I periodi sensitivi secondo il metodo Montessori


Sghiribiz – Librerie e mobiletti Montessori su misura

Sghiribiz é nato da due giovani valtellinesi. Barbara é stata mia compagna di scuola quando vivevo in Valtellina e dopo anni e anni senza sentirci, per caso ci siamo incontrate su Instagram! Ed ecco che non potevo non chiederle di aiutarmi nella creazione della casetta di legno che volevo per Isabel!

Sghiribiz crea librerie per bambini fatte e dipinte a mano, in legno naturale massiccio di pino o abete norvegese non trattato. Ogni prodotto è un pezzo unico e può essere completamente personalizzato. Ma, come nel mio caso, realizzano anche le vostre richieste su misura! Dunque non esitate a contattarli! Potrete trovare più informazioni sul loro sito www.sghiribiz.com oppure sulla loro pagina Facebook o profilo Instagram.


Voi avete mai fatto la rotazione dei giocattoli? Cosa ne pensate?

0 commenti
4

Potrebbe anche piacerti

Condividi