Home Per noi Pensieri sulla… tetta

Pensieri sulla… tetta

by Nicole

Mi capita spesso di leggere mamme stanche, stanche di allattare i loro bambini soprattutto la notte. Io personalmente non riesco a capire, e non lo dico in modo dispregiativo, semplicemente davvero non riesco a capire la loro stanchezza perché non l’ho mai provata. È vero, sono privilegiata rispetto ad altre mamme, il mio lavoro mi permette di lavorare da casa (anche se posso garantire che questo spesso non è così bello, ne facile come si possa immaginare! ), comunque posso vantare il fatto di poter alzarmi relativamente all’ora che voglio e quindi, anche se ho passato una brutta nottata, posso recuperare un poco la mattina seguente. Isabel ormai ha quasi un anno ma, saranno i dentini o chissà cosa, la notte continua a ciucciare ancora spesso, molto spesso.

Su internet leggo mamme che costantemente si stanno lamentando perché stanche di questo allattamento, stanche dal fatto che i loro bimbi si svegliano ogni due ore per poter ciucciare, e confessano che preferirebbero passare all’artificiale… ed io – sono sincera – non le capisco…. al meno non del tutto.

Posso capire una mamma stanca dell’allattamento, perché si sveglia alle 5 per andare 8 ore a lavorare, tornare, accudire i figli, la casa, il marito (!!!), il cane… e quindi é stanca. Stanca di tutto e perché no, anche dell’allattamento, che a distanza di mesi pare piú un peso che un momento bello… Ma non capisco quelle mamme casalinghe che dicono di sentirsi veramente esauste per colpa dell’allattamento.

Mi rendo conto che allattare é un’esperienza che non tutte le mamme vivono allo stesso modo

Non sono nessuno per giudicare, ed esprimo solamente la mia personale opinione. Credo che il fatto che io abbia desiderato così tanto poter allattare e mi sia dovuta sforzare nel vero senso della parola per riuscirci fa sì che per me non esiste una stanchezza nei confronti dell’allattamento, al contrario per me poter allattare mia figlia e qualcosa di magico che spesso e volentieri mi aiuta a ricaricare le pile.

Ad esempio, spesso sto lavorando e lei richiede attenzioni (in questo articolo infatti ti ho raccontato come possa essere difficile lavorare da casa!) e sono quindi obbligata a smettere quello che stavo facendo per dedicarmi a lei, ed anche se spesso la cosa inizialmente mi irrita un poco mi basta guardarla, uno sguardo al suo dolce viso e tutto passa, sdraiarmi con lei e poterle offrire il mio seno per rilassarsi per coccolarsi e per nutrirsi non ha prezzo!

Allattare mia figlia é qualcosa che, a distanza di mesi, per me é ancora magico. Un momento di tenerezza dove esistiamo solo io e lei, nient’altro… ❤️

Inoltre c’è da dire che io sono un vero orso, ed anche se mi sveglio la notte ho la capacità di riaddormentarmi dopo 2 secondi…  questo sicuramente è un grosso vantaggio! 😂

Psst! Se allatti, troverai interessante sapere che fare un’ecografia in allattamento é possibile! Te ne parlo in questo articolo ➡️ Nodulo al seno ed ecografia in allattamento

Aggiornamento – 12 mesi dopo!

Non pensavo che il mio percorso sarebbe durato cosí tanto! Ma ad oggi siamo a piú di 2 anni di allattamento al seno, e per me non c’é soddisfazione piú grande! Mi pesa? A volte, sopratutto la notte perché si sveglia ancora spesso per ciucciare, ma credo che ci siano anche molti benefici per entrambe! Sará coincidenza ma Isabel ancora non si é ammalata una volta (tranne 2 raffreddori superati in 3gg senza uso di farmaci!) e io sono convinta che parte di questa botta di cu** sia anche grazie all’allattamento! 😁

 

 E voi, cosa ne pensate? A voi pesa allattare? Ci sono momenti in cui avete voluto “gettare la spugna”?

2 commenti
2

Potrebbe anche piacerti

Condividi