Home Per noi Genitori-paracadute – Perché è sbagliato delegare l’educazione dei propri figli

Genitori-paracadute – Perché è sbagliato delegare l’educazione dei propri figli

by Enza

Quando mi dicevano che quello del genitore era il mestiere più difficile al mondo, mi sembrava una frase fatta. Poi sono diventata mamma e mi sono resa conto di quanto, invece, sia la sacrosanta verità.

✨ A cura di Enza Passaro | Insegnante

Nonostante la mia Nicole sia ancora piccolina, spesso mi ritrovo a chiedermi se la stia educando bene, se le stia insegnando ad essere una brava persona, se i no che le dico la stiano davvero aiutando a crescere.

Ho fatto questa piccola premessa per parlare di un argomento che ha indignato tutti: gli atti di bullismo e di maleducazione (onestamente non saprei nemmeno definirli bene) dei giovani.

Come si conciliano attaccamento ed autonomia – Quando assecondare il bambino?

Bullismo e maleducazione – cosa sta succedendo?

Credo che tutte abbiamo visto quello squallido video dove un bulletto di appena quattordici anni, ha aggredito verbalmente e fisicamente un professore di sessantacinque anni. Se non l’avete visto eccolo di seguito:

Ecco, da docente mi sono sentita umiliata. Umiliata perché quel pover’uomo aveva in volto la rabbia di chi ha studiato per una vita intera, che va a lavorare onestamente tutti i santi giorni e che non può reagire di fronte ad azioni del genere, perché l’unica cosa appropriata da fare in un contesto del genere, sarebbe stata dare due bei ceffoni a quel ragazzo che, per far ridere i compagni, ha superato ogni limite ponderabile.

Badate bene, io sono assolutamente a favore della disciplina dolce e non credo che le punizioni fisiche siano educative, ma in quel caso, due schiaffi sarebbero stati decisamente educativi!

Ciò che abbonda nelle famiglia di oggi è l’incapacità di porre limiti ai bambini.

Porre limiti ai bambini in maniera efficace – Ecco 5 passi!

L’educazione parte da casa

Nel corso del tempo mi sono resa conto che troppo spesso i genitori preferiscono delegare l’educazione dei propri figli agli altri.

Da insegnante, spesso mi sono sentita dire dai genitori, che avrei dovuto richiamare il bambino per un comportamento errato tenuto a casa.
Facendo ripetizioni private da anni, mi sono ritrovata tante volte di fronte a genitori che mi venivano a dire “sai che oggi ha fatto questo? Puoi dirgli che è sbagliato?”.
Immaginate la mia faccia sbigottita!

Confrontandomi con amiche che hanno palestre o che svolgono attività pomeridiane dedicate ai bambini, ho avuto conferma di tale cosa.
I genitori delegano. Delegano per non avere sensi di colpa, per non passare per i cattivi della situazione. Delegano perché non sentire sulle spalle la responsabilità dell’educazione del proprio figlio deve essere particolarmente entusiasmante.

E mi ritrovo, anzi ci ritroviamo circondati da genitori che sono i fans dei propri figli, che vanno a scuola a contestare un voto a loro dire troppo basso, che intervengono nelle scaramucce tra compagni, che pretendono che i propri figli non provino mai nella vita quel senso di frustrazione che è necessario affinché crescano.

Questi genitori paracadute fanno credere ai figli che sia loro concesso tutto, anche prendere a capocciate il proprio professore.

 

E voi, cosa ne pensate?

0 commenti
4

Potrebbe anche piacerti

Condividi