Home Salute e Benessere Rio Mare e WWF insieme per un mondo migliore

Rio Mare e WWF insieme per un mondo migliore

by Adriana

Come ormai tutti saprete prima di diventare la “mezza veneta” come mi chiamano in tantissimi ero e sono una Siciliana DOC. Nata e cresciuta ad Agrigento, un luogo per porterò sempre nel cuore con le sue meravigliose spiagge e tantissime località protette.

✨ In collaborazione con Rio Mare

Sono cresciuta da sempre con il forte rispetto verso il mare e la terra che ci ospita, e mi arrabbiavo tantissimo se in estate uno dei milioni di turisti che veniva ci lasciava dei “regalini” sulla spiaggia, ero una di quelle senza peli sulla lingua che rispondeva a tono dicendo  “Raccogli subito la tua spazzatura e portala a casa tua”.

E’ davvero molto difficile da spiegare questo profondo amore per il mare a qualcuno che è stato abituato a vederlo magari solo 15 giorni all’anno durante le ferie estive, si perché per molti sembrerà assurdo ma è come se mancasse una parte di me.

Infatti ancora oggi quando sento di aver bisogno di “ossigeno” corro a due ore di auto per togliermi le scarpe e fare una passeggiata scalza sulla battigia.

Io sto con Rio Mare

Dal mio forte amore per la mia terra e per il mare è nato il mio sostegno totale verso Rio Mare e il WWF. Se mi avete seguito sui social avrete letto che sono stata ospite ad un evento in collaborazione con questi due colossi per parlare di Pesca Sostenibile che non è come molti pensano un controsenso ed in alcun modo associato ai vegani/vegetariani.

Si perché tengo a precisare una cosa visto che in tantissime mi avete fatto questa domanda. Il WWF lotta ogni giorno per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente ed ovviamente anche degli animali, ma non sono vegani o vegetariani. Il WWF non odia o condanna chi è carnivoro.

E’ per questo che in collaborazione con Rio Mare sta lottando per una pesca sostenibile. Cosa vuol dire? Ve lo spiego dopo il meraviglioso video La Bambina e l’Oceanorealizzato per sensibilizzare il tema.

Il video vede come protagonista una bambina di nome Ondina ed il suo nuovo amico: l’Oceano. Dopo la loro conoscenza intraprendono un viaggio per scoprire il Triangolo dei Coralli dove alcuni abitanti delle Isole Solomon ci fanno capire quanto sia pericolosa e purtroppo ancora troppo diffusa la pesca illegale per tutti gli esseri viventi, dentro e fuori l’oceano.

La bambina e L’Oceano – Rio Mare e WWF

E’ proprio attraverso questo video che viene fuori tutto l’impegno del progetto di Corporate Social Responsibility di Rio Mare “Qualità Responsabile”, che sostiene la pesca sostenibile e la tutela dell’ecosistema marino. Perché si può fare la differenza se si vuole. E siamo soltanto noi consumatori a fare la differenza.

Se ogni giorno ognuno di noi si impegnasse ad acquistare soltanto prodotti ecosostenibili non esisterebbe più nessuna pesca con le bombe, perché gli rimarrebbe invenduto. E cosi vale per altre milioni di cose.

Con questo video dobbiamo soprattutto capire quanto è importante che tutti facciano la propria parte: i pescatori, le aziende, sopratutto noi consumatori che abbiamo lobbligo morale di scegliere alimenti che vengono prodotti tramite una lunga filiera sostenibile.

Tutti nel nostro piccolo possiamo fare la differenza, dobbiamo farlo per noi ma in modo particolare per il futuro del nostro pianeta e dei nostri figli!

Per saperne di più andate subito su: www.riomare.it/insieme-per-gli-oceani

Post in collaborazione con Rio Mare

0 commenti
1

Potrebbe anche piacerti

Condividi