Home In tavola Ricetta Treccia Russa con lievitino

Ricetta Treccia Russa con lievitino

by Alessandra Sodi

In pieno inverno chi non ha voglia di godersi una gustosa treccia e inzupparla nella cioccolata o nel caffè?

Oggi grazie al contributo di Rosa Panzini di Rosa Bakehouse, abbiamo per voi la ricetta della treccia russa!

Ingredienti

  • 500 grammi di farina 0
  • 100 grammi di farina forte (manitoba)
  • 200 grammi di latte intero
  • 100 grammi di uova intere (circa 2 uova)
  • 80 grammi di burro morbido
  • aromi: arancia (o limone) vaniglia

Per la farcitura

  • 50 grammi di burro fuso
  • uvetta
  • mirtilli

Per il lievitino

  • 4 cucchiai di latte
  • 6 grammi di lievito di birra fresco
  • farina qb per ottenere una cremina molle

Il lievitino è un pre-impasto del lievito di birra, fatto lievitare in precedenza e poi aggiunto agli altri ingredienti. Preparatelo con anticipo in modo da avere tutto gli ingredienti pronti per realizzare una golosa treccia russa!

Come fare il lievitino

Sciogliete il lievito di birra in 35 gr di latte tiepido e unite 35 grammi di farina. Mescolate fino ad ottenere una cremina, mettete a riposare al caldo in forno spento con la lucina accesa fino al raddoppio. Quando il lievitino ha raddoppiato la sua quantità, è pronto per essere utilizzato.

Come fare la treccia russa

In una ciotola capiente impastate il lievitino, lo zucchero, la farina e il latte, alternando gli ingredienti. Unite poi gli aromi, impastate ancora e unire le uova poco alla volta. In ultimo aggiungete il burro morbido. Incordate l’impasto, pirlate e fate raddoppiare.

🌿 Pirlare un impasto significa arrotondarlo facendolo girare tra le mani o sul piano di lavoro dandogli una forma sferica regolare,  in questo modo si da  una crescita regolare all’impasto durante la lievitazione.

L’impasto va inizialmente lavorato in ciotola, sollevandolo con la mano dal fondo verso l’alto, rovesciandolo di nuovo nella ciotola fino a quando non appiccicherà più e si staccherà dalle pareti della ciotola (se usate la planetaria, vedrete che man mano l’impasto si legherà al gancio).

Dopo che gli ingredienti si sono amalgamati a dovere dovrete quindi lasciar riposare una decina di minuti e questa operazione potrà essere ripetuta più volte. Vi accorgerete che tra una pausa e l’altra la malleabilità dell’impasto aumenta.

Dopo il raddoppio versate l’impasto sul piano di lavoro infarinato, col mattarello stendete e formate un rettangolo.

Spennellate la superficie col burro fuso, cospargete di uvetta e mirtilli e arrotolate il rettangolo di pasta dal lato più lungo.

Poi tagliate il rotolo ottenuto in due parti, nel centro, senza arrivare però a tagliare una delle estremità: vi servirà come punto di partenza per iniziare ad intrecciare la treccia.

Dopo averla intrecciata, mettetela delicatamente su una teglia ricoperta di carta forno e lasciate lievitare nuovamente fino al raddoppio.

Infornate poi a 170° – forno statico – per circa 40 minuti, finché non sarà ben dorata.

0 commenti
3

Potrebbe anche piacerti

Condividi