Quanto sale usare? Trucchetti per non sbagliare!

by Sara
Pubblicato: Ultimo aggiornamento

Dal 12 al 18 marzo 2018 è la settimana mondiale per la riduzione del consumo alimentare di sale, promossa dalla World Action on Salt & Health (WASH), associazione con partner in 100 Paesi dei diversi continenti, istituita nel 2005 per migliorare la salute delle popolazioni, attraverso la graduale riduzione dell’introito di sodio.

Vediamo insieme quali possono essere i rischi, qual è la dose giornaliera raccomandata e i trucchi per usarne di meno in cucina!

Dado vegetale fatto in casa – come preparare il dado in casa?

Troppo sale! Cosa succede?

Un eccessivo consumo di sale può avere gravi conseguenze sulla salute come l’ipertensione arteriosa (con conseguente aumento del rischio di insorgenza di patologie cardio-cerebrovascolari) l’osteoporosi, le malattie renali e la ritenzione idrica.

Secondo le raccomandazioni dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), gli adulti dovrebbero consumare meno di 2.000 mg di sodio che corrispondono a 5 grammi di sale, quindi un cucchiaino da cucina al giorno.

Per non oltrepassare questo limite è necessario però prestare attenzione non soltanto all’aggiunta di sale nelle preparazioni gastronomiche, ma anche alla sua presenza all’interno dei diversi prodotti che vengono portati in tavola. Il sodio  infatti è presente naturalmente in molti alimenti. Nelle tabelle nutrizionali tali quantità sono di norma riportate in milligrammi (mg) per porzione:  verificare queste indicazioni, può essere sicuramente d’aiuto per rispettare la dose giornaliera raccomandata.

L’Oms ha precisato che la dose per i bambini deve essere adattata al peso, all’altezza ed energia consumata.

Trucchetti per non eccedere la dose

Chiarito quanto può farci male una quantità di sale elevata la domanda sorge spontanea: come mangiare con gusto limitando il consumo di sale?

E inoltre, come regolarci su quanto sale usare?

Goccine di fluoro ai bambini? Non bisogna integrare!

Qualche trucchetto per tutti noi:

  • Per abituarci ad usare meno sale, dosare 5 grammi di sale dalla mattina e usare solo quelli per cucinare. In questo modo potremo anche verificare quando e quanto ne consumiamo ogni giorno.
  • Colora e profuma i tuoi piatti usando erbe, spezie, aceto e limone per dare un tocco di gusto e una nota di allegria ai piatti. Puoi anche preparare il dado in casa (ti spieghiamo come in questo articolo) evitando il dado industriale (qui ti spieghiamo perchè)
  • Preferisci cibi freschi a quelli surgelati, e cibi surgelati rispetto al prodotto in  scatola, perché contengono meno sale.
Attenzione: ricorda di non utilizzare mai il liquido presente nella scatola. Sciacqua con abbondante acqua, scola e procedi con la normale cottura dell’alimento!
  • Leggi l’etichetta con attenzione. Se vuoi limitare il sale, evita o riduci l’acquisto di cibi in cui è particolarmente presente. Ricorda che le  salse, di solito contengono alte quantità  di sale, dunque concediamocene un po’e solo per un’occasione speciale, ma mai nella quotidianità.
  • Limita snack e cibi confezionati in quanto, generalmente, sono ricchi di sale.

Sale aromatico alle erbe

La cosa migliore da fare per usare meno sale in cucina  resta comunque quella di ridurre le dosi pian piano, sarà solo una questione di tempo prima di abituare  il palato. Vedrai che imparerai gradualmente ad apprezzare meglio il vero sapore degli alimenti!

Per maggiori approfondimenti clicca sulla campagna 5 ways to 5 grams promossa anche dal Ministero della Salute.

Potrebbe anche piacerti