Orecchini e buchi alle orecchie nei neonati e bambini

by Sara

Ecco questo è decisamente il caso in cui le mie origini hanno preso il sopravvento. In Egitto una bimba non fa in tempo ad uscire dall’ospedale (scherzo ovviamente, non proprio appena usciti, ma quasi 😅) e voilà ha già i buchi alle orecchie con tanto di orecchini sbrilluccicosi. ✨

Inutile dire che se nel caso di Maryam ho temporeggiato fino ai 6 mesi, non è stato tanto per volontà, quanto causa di forza maggiore (non trovavo un posto che li facesse prima!). Chiarito che il mio essere milanese è solo di facciata, ma che inside sono una vera terrona 😜, cerchiamo di capire insieme cosa può causare un semplice buco alle orecchie,e quali materiali o tipologie di orecchino scegliere.

Primi dentini e schema dentizione – Quando spuntano?

Come viene effettuato il buco alle orecchie?

I buchi alle orecchie nei nonati, cosi come per gli adulti, puó essere effettuato in due modi: con pistola o con ago.

PISTOLA
Il foro alle orecchie effettuato al centro del lobo tramite una pistola che, simile a una graffettatrice, buca l’orecchio con l’inserimento contestuale di un orecchino chirurgico. L’orecchino impiantato non deve essere rimosso per almeno 30 giorni ed essere continuamente medicato.

AGO
Il foro viene effettuato con un ago sterile, nel quale si inserirà poi un piccolo catetere che verrà rimosso per inserire l’orecchino. Questa pratica é meno dolorosa e pericolosa rispetto alla classica pistola, infatti i tessuti NON si rompono e si evitano le fastidiose “pulsazioni” che si sentono invece dopo l’uso della pistola. Difficilmente troverai qualcuno in Italia disposto a perforare un neonato! In questo caso molto probabilmente dovrai attendere che la bimba sia più grande o trovare un piercer esperto davvero in gamba!

Importantissimo: rivolgetevi a farmacie, gioiellerie e oreficerie. A persone competenti che lavorino scrupolosamente con strumenti monouso e assolutamente sterili!

Anche se non c’è una controindicazione unanime sul fare i buchi da piccole, molte persone non capiscono cosa potrebbe accadere e si chiedono perché no?

Rischi nei quali si puo incorrere

  • Potrebbe subentrare un’infezione che il sistema immunitario di bimbe tanto piccole non sarebbe in grado di contrastare.
  • La bambina potrebbe avere una reazione allergica ai metalli presenti in molti orecchini.

Detto ciò se siete tra quelli che, come me, per i buchi alle orecchie del proprio cucciolo non riescono proprio ad aspettare, attendete che la bambina abbia almeno 6 mesi.

Sono assolutamente sconsigliati in bambini con dermatite atopica in quanto più predisposti a sviluppare allergie

Individua accuratamente la tipologia di orecchino da usare!

Secondo la mia esperienza, l’orecchino deve essere con chiusura a vite e -almeno all’inizio- con fondo in acciaio chirurgico. La chiusura a vite, infatti, diminuisce la probabilità che la bambina possa estrarlo. Il fondo in acciaio chirurgico invece riduce le reazioni allergiche.

Assolutamente sconsigliato l’orecchino a cerchio perché la neonata potrebbe tirarlo ferendosi!

Quando iniziare lo svezzamento

Materiali per gli orecchini

Purtroppo non c’è un materiale che metta al riparo al 100% da reazioni allergiche o infezioni: sicuramente l’acciaio chirurgico é tra i piú sicuri seguito dall’oro, anche se è pur vero che oramai non viene mai usato puro, ma sempre in lega con altri materiali, che potrebbero provocare irritazioni.

Va bene anche l’argento, ma anche in questo caso, vale il discorso appena fatto per l’oro. Infatti spesso si utilizzano leghe per renderlo meno ossidante, quindi non si può escludere del tutto il rischio di reazioni.

Vanno evitati orecchini con Nichel e Cromo essendo tra i materiali più allergizzanti.

Potrebbe anche piacerti