Naso chiuso nei bambini (e non solo!): i rimedi naturali più efficaci

by Pazienti.it
Pubblicato: Ultimo aggiornamento

L’autunno è arrivato e si ricomincia, ahimè, a fare i conti con il raffreddore. Etciù, il naso chiuso è un disturbo davvero tanto comune tra i più piccoli e, a volte, basta poco per essere contagiati!

Ma come fare a eliminare la fastidiosa sensazione di naso tappato e difficoltà a respirare?

Ecco qualche valido consiglio per i vostri piccini (ma anche per i più grandi!). 😉

✨ A cura della Redazione di Pazienti.it

Due rimedi naturali infallibili per aiutarti con l’influenza

Umidificare gli ambienti

La prima regola è mantenere un certo grado di umidità negli ambienti chiusi. L’aria secca, infatti, tende ad asciugare proprio tutto, comprese le mucose nasali, favorendo la comparsa e il moltiplicarsi, se si è raffreddati, di croste nelle narici, che tendono a formare una sorta di tappo.

Come risolvere il problema? Acquistando un umidificatore per ambienti.

Idratarsi

Ancora una volta, l’acqua è amica della salute. Bere, infatti, aiuta a mantenere il muco più fluido, espellendolo quindi con maggiore facilità. Sì, dunque, a brodo, zuppe e tisane. Ideali sono quelle allo zenzero, echinacea, cannella e melissa (con un cucchiaino di miele).

Dormire in posizione supina

Provate a posizionare il vostro bambino a pancia in sù, con il cuscino leggermente sollevato, per favorire la respirazione. Anche il materasso, è bene che sia leggermente più inclinato, magari posizionando un cuscino a livello dello schienale.

⚠️ Ricordiamo che i neonati devono essere sempre messi a pancia in su per prevenire la SIDS.

Soffiare il naso (senza esagerare)

Come sempre, è importante espellere i muchi e quindi convincere anche i bambini più restii a soffiarsi il naso per bene. Mai, però, esercitare troppa forza o pressione, essendo i capillari infiammati e già gonfi.

I migliori sciroppi naturali per la tosse nei bambini

Inalare vapori

Caro, vecchio rimedio della nonna. Il consiglio è di far bollire dell’acqua, versandola poi in un recipiente e ponendo il capo sopra, magari coperto da un asciugamento, per far respirare i vapori con il naso. Cosa aggiungere nell’acqua? Un cucchiaio di bicarbonato oppure 4-5 gocce di olio essenziale di eucalipto. Et voilà, i fumenti saranno pronti.

Utilizzare della soluzione fisiologica

Si tratta di un vero e proprio classico (ideale anche per chi russa!). La soluzione fisiologica, infatti, aiuterà a ripulire il naso, liberandolo dal muco. Si tratta di una miscela – facilmente reperibile in farmacia – a base di cloruro di sodio (sale) e acqua sterile, in grado anche di umidificare la mucosa.

Come utilizzarla? Fate stendere il vostro bambino di lato e con una siringa (senza ago) iniettatela pian piano nelle narici, ora a destra e ora a sinistra. Potrete, altrimenti, mettere la soluzione nell’aerosol con mascherina o con la bocchetta per le narici, facendola respirare.

Ricordate: se il vostro bambino dopo un paio di giorni non dovesse trarre beneficio, è bene sempre rivolgersi al proprio medico di fiducia, per capire qual è la causa del raffreddore e quale la terapia migliore da seguire!

Potrebbe anche piacerti