Home Salute e Benessere Nodulo al seno ed ecografia in allattamento

Nodulo al seno ed ecografia in allattamento

by Nicole
Nodulo al seno ecografia in allattamento

Nodulo al seno ed ecografia in allattamento. Questa è la ricerca che ho fatto su Google qualche settimana fa quando,  per pura causalità, la sera prima di addormentarmi ho sentito una pallina sul seno. Mi sono messa a fare un controllo attraverso la classica palpazione, e ne ho scoperta un’altra sull’altro seno. Che dire? Sono andata in crisi! Purtroppo mia madre ha avuto dei noduli maligni al seno anni fa, e quindi avendo familiaritá con “la malattia” mi sono davvero allarmata. Sono andata in crisi sopratutto perché non sapevo se potevo fare una ecografia al seno visto che ancora allatto la mia bimba.

Cosí ho cercato informazioni online, ma non essendo soddisfatta con ció che ho trovato ho deciso di chiedere ad una esperta. Ho chiesto dunque alla Dott.ssa Angelica Della Valle, specialista in Chirurgia Generale e Diploma supplement in Chirurgia Oncologica della Mammella, che lavora come assistente presso l’Unità operativa di Senologia dell’Istituto Clinico Humanitas di Rozzano in provincia di Milano, la quale mi ha dato preziose informazioni riguardo alcune delle principali problematiche al seno che si possono riscontrare durante la gravidanza o l’allattamento.

➡ Falsi miti sull’allattamento al seno
➡ Galattocele – noduli al seno in allattamento
➡ Ecografia al seno in allattamento
➡ Seno duro, caldo e doloroso: la mastite

Tiralatte – 5 buoni motivi per averne uno! 

Falsi miti sull’allattamento al seno

L’allattamento al seno é una preziosa risorsa per mamma e bambino. Non solo il latte materno é l’alimento piú perfetto per il nostro bambino, ma l’allattamento stesso é benefico anche per noi mamme. Si stima infatti che per le donne che allattano il rischio di tumore al seno si abbassa del 4% per ogni anno di allattamento.

Non mi stancheró mai di sfatare falsi miti come:

  • Il latte diventa acqua  🚫
  • Non tutte possono allattare  🚫 (salvo rare eccezzioni, circa il 3% di tutta la popolazione al mondo)
  • Il latte finisce 🚫
  • Il latte non é abbastanza nutriente  🚫

Spesso le mamme non ricevono il giusto supporto (ahimé, anche da parte dei professionisti che dovrebbero saper dare risposte corrette ai tanti dubbi che una neo mamma affronta) e per questo spesso il loro percorso di allattamento finisce prima del previsto. Allattare é un diritto, ma ricordiamo anche che é una scelta consapevole. Tutte possiamo allattare? SI. Tutte DOBBIAMO farlo? No. Non spetta a noi giudicare ne prendere decisioni per le altre mamme, ma possiamo dare supporto laddove ci venga chiesto, o nel momento in cui vediamo una neo-mamma in diffcoltá. Il supporto morale ed emozionale é fondamentale per avviare bene l’allattamento. Una chiacchera con una consulente in allattamento potrá chiarire moltissimi dubbi, ad esempio potrá verificare il corretto attaccamento del bambino al seno, che spesso é una delle principali cause di ingorghi e mastiti.

Non sono una consulente, ma ho affrontato molte problematiche all’inizio del mio percorso e questo mi ha dato un bagaglio in piú di esperienza. Sono sempre disponibile ad aiutarvi, se avete dubbi o domande non esitate a chiedere, anche nei commenti qui sotto! ❤

In questo articolo vi parlo di 3 temi molto importanti per tutte noi.

ecografia in allattamento

Come recuperare l’allattamento esclusivo al seno dopo l’aggiunta

Galattocele – noduli al seno in allattamento

Il galattocele ( cisti da latte ) è dovuto all’ostruzione dei dotti galattofori vicini al capezzolo, questo causa distensione dei dotti più interni che si riempiono di latte e si manifestano clinicamente con la comparsa di noduli morbidi alla palpazione che spesso possono preoccupare la puerpera e devono essere studiati per escludere patologie tumorali.

Altri tipi di noduli benigni che possono comparire in gravidanza sono gli adenomi d’allattamento: possono manifestarsi durante l’allattamento e nel terzo trimestre, spesso si possono confondere con i fibroadenomi e possono ripresentarsi nella gravidanze successive.

Il tumore mammario in gravidanza si presenta di dimensioni maggiori, viene diagnosticato spesso in ritardo e quindi ha una prognosi peggiore, per questo, quando una donna avverte un nodulo al seno la prima cosa che deve fare è rivolgersi ad un chirurgo senologo che, dopo un esame clinico la indirizzerà verso gli esami diagnostici più adeguati.

 

nodulo al seno ed ecografia in allattamento

Ecografia al seno in allattamento

Spesso si pensa che durante l’allattamento o ancora, durante una gravidanza, non é possibile realizzare un’ecografia al seno, ma non é cosi!

La valutazione ecografica mammaria in gravidanza è assai difficoltosa per le mutazioni morfologiche che la ghiandola subisce. Tali alterazioni possono simulare la presenza di patologie e, allo stesso tempo, rendere difficile rilevarle per tempo.
La maggior parte delle lesioni che compaiono durante la gravidanza o l’allattamento è benigna e l’esame diagnostico principale è l’ecografia mammaria: non causa danni al feto durante la gravidanza ed è più sensibile nel rilevare e differenziare le lesioni mammarie tra benigne e maligne. L’uso della mammografia e della risonanza è limitato in casi particolari, dove il sospetto di carcinoma è maggiore.

Anche la palpazione risulta difficoltosa durante gravidanza e allattamento: l’effetto degli ormoni causa alterazioni nella struttura ghiandolare aumentandone il volume, la consistenza e la componente nodulare.

 

Seno duro, caldo e doloroso: La mastite

Una tipica problematica della puerpera è la comparsa di un quadro mastite, intesa come infiammazione della ghiandola in presenza o meno di infezione (più frequente durante l’allattamento rispetto alla gravidanza), questa condizione è determinata dal ristagno del latte, per l’ostruzione dei dotti o per gli ingorghi mammari. La causa delle infezioni è dovuta alla presenza di lesioni della cute del capezzolo che favoriscono l’ingresso di microorganismi nel tessuto mammario.

L’incompleto svuotamento mammario durante l’allattamento predispone allo sviluppo dell’infezione, spesso causata da Stafiloccocco aureus o streptococo. Il seno si presenta arrossato , caldo e dolente. La mastite può evolvere in ascesso mammario e causare febbre. Si possono percepire linfonodi ingrossati nell’ascella omolaterale.

galattocele ed ecografia in allattamento

 

Un corretto attaccamento del bambino al seno é la chiave per evitare ingorghi e mastiti. Se hai dubbi, visita il sito de La Leche League oppure contatta una loro consulente che risponderá gratuitamente a tutte le tue domande al numero qui sotto:

Allattare aiuta a dimagrire – E se non allatto?


Dott.ssa Angelica Della Valle

Specialista in Chirurgia Generale | Diploma supplement in Chirurgia Oncologica della Mammella

La dott.ssa Angelica Della Valle, specialista in Chirurgia Generale, lavora come assistente presso l’Unità operativa di Senologia dell’Istituto Clinico Humanitas ( Rozzano, MI ). La sua attività è improntata sulla cura e la prevenzione della patologia oncologica mammaria, con particolare interesse per la chirurgia mininvasiva ed oncoplastica e per la gestione delle donne ad alto rischio di sviluppare carcinoma mammario; si occupa altresì di tutte le patologie benigne riguardanti il seno.
Si è laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università gli Studi di Pavia nel 2006, specializzata con lode in Chirurgia Generale (diploma supplement in Chirurgia Oncologica della mammella) presso l’Università gli Studi di Pavia nel 2015. Durante il suo percorso di studi ha frequentato il Breast Service Department e il Plastic and Reconstructive Surgery Service del Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York

Si è occupata dei seguenti progetti di ricerca presso la Breast Unit dell’IRCCS Fondazione Policlinico San Matteo di Pavia:

  • Sviluppo di un modello di gestione della donna ad alto rischio di carcinoma mammario.
  • Sviluppo tecnico e applicazione dell’approccio mininvasivo e robotico nelle mastectomia nipple-sparing.
  • Studio prospettico dell’impatto psicologico sulla donna ad alto rischio di tumore mammario/ovarico nell’ambito del percorso diagnostico-terapeutico della fondazione IRCCS Policlinico San Matteo.
  • Efficacia e sicurezza dell’infusione intralesionale a lungo termine di anestetico locale in pazienti affette da carcinoma mammario sottoposte a mastectomia associata ad intervento ricostruttivo: studio randomizzato in doppio cieco.
  • Mastectomia nipple-sparing video assistita con accesso infero-laterale e utilizzo di device per ricostruzione protesica immediata.

Dr.ssa Angelica Della Valle | Assistente | Breast Unit
Humanitas Cancer Center | Istituto Clinico Humanitas – IRCCS
Via Manzoni 56, 20089 Rozzano (Milano)
tel. +39.02.82.24.7739 | fax +39.02.82.24.4590
angelica.della_valle@cancercenter.humanitas.it
www.humanitas.it


⚠ Le informazioni pubblicate in questo articolo non sostituiscono in alcun modo i consigli, il parere, la visita, la prescrizione del medico.

0 commenti
8

Potrebbe anche piacerti

Condividi