Home Per noi Consigli per viaggiare con bambini in aereo – Destinazione relax in Salento

Consigli per viaggiare con bambini in aereo – Destinazione relax in Salento

by Adriana

Ricevo spesso dei messaggi da molte di voi per chiedermi come faccio a muovermi cosi spesso con la bambina piccola, infatti come avete notato quest’anno siamo stati più in viaggio che a casa. Ancora una volta questa sera  prenderemo l’ennesimo volo diretto Venezia – Bari che ci porterà dirette in Salento, destinazione Vivosa Apulia Resort, un posto incantato ed immerso nel verde del quale vi parlerò al mio ritorno con tutte le mie considerazioni… Per ora, vi lascio una foto per rendere l’idea 😍.

 

Credetemi, viaggiare con i bambini in realtà è molto più facile e semplice di quello che potrebbe sembrare. C’è qualche trucco per viaggiare con i bambini in aereo? Diciamo che indubbiamente ci sono degli accorgimenti da prendere.

Quasi tutte le compagnie aeree hanno molto a cuore il trasporto ai aereo dei bimbi e ovviamente hanno molte attenzioni.

A seguire rispondo ad alcune delle domande che mi vengono fatte più spesso.

Che documenti servono per viaggiare in aereo con bambini?

Per viaggiare con i bambini serve semplicemente la carta d’identità o il passaporto, dove fosse necessario l’autorizzazione per l’espatrio.

Quanto pagano i bambini il  biglietto aereo?

Non esiste una tariffa fissa internazionale, ogni compagnia ha la sua.  Ad esempio per tutti i bambini da 0 a 23 mesi, con Ryanair il biglietto ha un costo fisso di 20€circa, con Easyjet è di 28€circa, con Vueling è di 26€ mentre con Alitalia i bambini hanno lo sconto dell’80% circa dal prezzo base dei genitori, quindi se il volo per gli adulti costa 150€ in bimbo andrà a pagare 30€.

La questione cambia invece dai due anni in su. perchè in quel caso i bambini pagano il prezzo pieno del biglietto, proprio come un adulto.

Cosa comprende il prezzo del biglietto?

Per i bambini da 0 a 23 mesi non è previsto il post a sedere, in quanto dovranno stare in braccio di un genitore dal decollo all’atterraggio con una cintura a tre punti. Per loro, inoltre, non è previsto nessun bagaglio dunque dovrete mettere tutto il loro occorrente direttamente nella vostra valigia.

Potrete però portare con voi due attrezzature a scelta tra: seggiolino auto, passeggino, navicella o culla da viaggio.

Il passeggino si potrà portare con se fin sotto le scale dell’aereo e verrà consegnato al personale addetto ai bagagli che si occuperanno dell’imbarco in stiva. É possibile portare con voi la borsa cambio del  bimbo con tutto l’occorrente necessario (latte, biberon, pannolini, salviette e creme varie basterà segnalarlo al momento del controllo).

Mentre per i bambini dai 2 anni in su, è previsto il posto a sedere numerato di fianco ai genitori. Avranno diritto ad un bagaglio a mano e dove disponibile (a pagamento o incluso nel biglietto) avranno a disposizione il bagaglio per l’imbarco dal peso descritto sulla vostra carta d’imbarco.

Per il passeggino invece varia da compagnia a compagnia, per alcune è incluso mentre per altro è un extra e va pagato come bagaglio speciale.

Accesso prioritario?

Dipende, molte compagnie in presenza di bambini danno un servizio preferenziale sull’imbarco e cercano sempre di farli salire per primi sull’aereo, altri no.
Informatevi se volete disporre di questo servizio, perchè in molti casi può essere a pagamento.

Come intrattenerli sull’aereo?

Si sa, se il volo é breve basta poco! I nostri consigli sono:

  • Portate il gioco favorito, quello che NON può mancare!
  • Portate dei giochi nuovi, mai visti, in modo che la novità del momento possa distrarlo/a per un po’
  • Per bambini dai 0 ai 2 anni consigliamo libri, peluche, giochi da mordere, quiet books e flash cards con immagini
  • Per bambini più grandicelli le possibilità sono molteplici: dai libri (come questo fantastico libro pop-up!) ai giochi di memoria, mini-puzzle, libri per colorare
  • Tenete sempre un cellulare / tablet carico per le emergenze… si sa… le canzoncine su Youtube sono il salvavita in certe occasioni!
Se i viaggio è lungo, il nostro consiglio è di optare per voli notturni.

Quiet Book: i libri sensoriali

 

Ultimi consigli

In aereo c’é sempre l’aria condizionata molto forte, quindi non può assolutamente mancare una copertina ed una felpa in caso si addormentino.

Ricordatevi, in caso i bimbi lo prendano, di dare il ciuccio o biberon oppure il seno durante decollo ed atterraggio, perché questo li aiuterà a non avere un tremendo mal di orecchie o comunque di sentirle “tappate”. In caso non prendano ne ciuccio ne seno ne biberon, possono andare bene anche delle caramelle o meglio ancora, per bimbi un po’ più grandicelli, una cicca.

Come recuperare l’allattamento esclusivo al seno dopo l’aggiunta

 

 

 

0 commenti
2

Potrebbe anche piacerti

Condividi